Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Le interviste possibili: Metti un’alga nel motore

IMG_0577

Siamo arrivati al secondo incontro “Le interviste possibili”. Oggi a parlarci di cambiamento climatico e di innovazione, da un punto di vista particolare, sarà Tomas Morosinotto, docente del Dipartimento di Biologia dell’Universitá di Padova.

Nel laboratorio del professor Morosinotto si studiano gli organismi fotosintetici per la produzione di biocombustibili, in particolare di biodiesel. Per questo ambizioso progetto è stato coniato l’acronimo BIOLEAP – Biotechnological Optmization of Light use Efficiency in Algae Photobioreactors. Si tratterebbe di un nuovo ed inaspettato tipo di energia rinnovabile, alternativa all’utilizzo di combustibili fossili e più compatibile con l’ambiente. Perché proprio le alghe? Perché questi organismi (in questo caso vengono utilizzate un particolare tipo di alghe verdi unicellulari appartenenti al genere Nannochloropsis) sono una fonte di oli vegetali da convertire in biodiesel. Le potenzialità ci sono, la ricerca è ora tesa a rendere la produzione efficiente, su larga scala, ed energeticamente sostenibile.

Questa proposta innovativa si inserisce all’interno di un ampio settore, definito “Green Technologies” (Tecnologie Verdi), mirato alla decarbonizzazione del pianeta, ossia ad ottenere una riduzione delle emissioni di carbonio, attraverso la conversione a fonti rinnovabili, innovative e a minor impatto ambientale. Ecco cosa ci ha detto.

Di  Federica Fraccaroli, @federicafracca,  e Violetta Vacchini, @ViolettaF_V