Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Le interviste possibili: Aldino Bondesan, Università di Padova

Nel 2002 la banchisa del Circolo Polare Artico raggiunge l’estensione minima mai documentata, e la  calotta di ghiaccio della Groenlandia si scioglie come mai prima si era visto. La Terra sta sì attraversando un periodo caldo che segue un’era glaciale, come ci spiega la geologia, ma sempre più dati e prove ci stanno convincendo di quanto le attività dell’uomo influiscano  sull’andamento naturale delle temperature globali medie del Pianeta e sui livelli di CO2. Risale già al 1995 una delle prime dichiarazioni dell’IPCC, l’Intergovernmental Panel on Climate Change, il maggior organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici, in cui si sottolinea quanta  parte di responsabilità abbiano le attività umane sul clima globale. Le ricerche scientifiche proseguono senza sosta per tenere sotto osservazione queste variazioni e il loro effetto sui cambiamenti del Pianeta, per quanto riguarda la geologia, l’ecologia, e i cicli anche biologici della Terra.

Anche all’Università di Padova, studiare il cambiamento climatico è il tema di varie linee di ricerca e diversi gruppi stanno sviluppando metodologie innovative per affrontare il problema  e, se non risolvero, almeno iniziare ad attenuarlo.bondesan

Abbiamo incontrato per voi  i maggiori esperti della nostra Università nei campi interessati e abbiamo loro proposto  un esercizio difficile: rispondere in soli  due minuti alle nostre domande. Ci presenteranno il proprio ambito di ricerca e ci daranno spunti di riflessione che speriamo vi interessino. Il primo appuntamento è con Aldino Bondesan, Ricercatore del dipartimento di Geoscienze dell’Università di Padova e coordinatore per il Triveneto del Comitato Glaciologico Italiano.

Di  Federica Fraccaroli, @federicafracca,  e Violetta Vacchini, @ViolettaF_V